LITURGIA

La liturgia costituisce il culto comunitario e ufficiale della Chiesa, come Corpo mistico di Cristo, costituito dal capo e dalle sue membra, la nostra comunità parrocchia si impegna affinché  venga celebrata con il dovuto decoro e ordine.

In cattedrale, coerentemente alla lunga Tradizione di cui siamo eredi,  poniamo particolare attenzione al decoro degli ornamenti e oggetti liturgici, perché i ministri ordinati, gli accoliti e i lettori si comportino con la necessaria dignità, e i fedeli partecipino in modo “pieno, cosciente e attivo”, e tutta l’assemblea eserciti la sua funzione liturgica .

Nelle nostre celebrazioni la musica sacra occupa posto importante per dare rilievo alla celebrazione e suscitare una risonanza profonda nei fedeli; deve essere sempre unita alla preghiera liturgica, distinguersi per la sua bellezza espressiva ed adeguarsi all’armoniosa partecipazione dell’assemblea nei momenti previsti dalle rubriche.

La domenica è il giorno liturgico per eccellenza, nel quale ici riuniamo “per ricordare la passione, la resurrezione e la gloria del Signore Gesù e rendere grazie a Dio, ascoltando la Parola di Dio e partecipando all’Eucaristia”.

Invitiamo calorosamente tutte le famiglie della parrocchia , in particolare quelle con bambini, a partecipare alla messa comunitaria delle 11.30.  E' un occasione fondamentale per  santificarlo e celebrarlo come autentico “giorno del Signore”, mediante la partecipazione al Santo Sacrificio della Messa, le opere di carità e il necessario riposo dal lavoro. Desideriamo ravvivare in tutti la  coscienza che  la conservazione e l’alimentazione della fede è legata alla partecipazione a tale celebrazione eucaristica.

La presenza del capitolo della Cattedrale ci impegna a far si che la celebrazione della Liturgia delle Ore sia autenticamente “liturgia”, invitiamo tutti a partecipare quando possibile  alla recita comunitaria in chiesa delle lodi mattutine nei giorni feriali alle ore 8.40. E i vespri solenni in occasione delle principali feste insieme al Vescovo ed al Capitolo dei Canonici.

Siamo onorati di avere con noi il vescovo a  presiedere frequentemente le celebrazioni liturgiche, coscienti che in queste occasioni  viene simboleggiata l’unità nella carità del Corpo Mistico, e che le liturgie che si svolgono nella chiesa cattedrale, in particolare con la presenza del Vescovo devono avere una funzione di esemplarità per tutte le altre ci spinge ad una meticolosa cura particolari e dello svolgimento delle celebrazioni secondo le norme stabilite dal diritto e dalle istruzioni in materia liturgica in particolare grazie all'aiuto prezioso delle suore al servizio della nostra chiesa e dei laici che opportunamente formati vorranno collaborare.